Cerca
venerdì 23 febbraio 2018 ..:: | M.T.C. » Diagnosi energetica ::.. Registrazione  Login
 Diagnosi energetica in MTC Riduci


Per arrivare ad avere un quadro globale dello stato energetico di una persona, la medicina tradizionale cinese utilizza quattro metodi di diagnosi complementari l’uno all’altro.

1 - diagnosi tramite l’osservazione
con questo tipo di diagnosi, si analizza principalmente:
costituzione dell’individuo (altezza, corporatura);
colorazione della pelle e delle varie zone del viso;
i capelli (indicano lo stato dei reni);
le unghie (indicano lo stato del fegato);
gli occhi (indicano lo stato di tutti gli organi e principalmente del cuore);
la lingua (indica lo stato degli organi e del sangue)

2 – diagnosi tramite l’ascolto
tramite il colloquio che si fa con la persona, si presta attenzione a:
tipo di voce (timbro di voce, se piena e forte o se è bassa e sottile);
respiro (se è rumoroso e rapido o se è sottile e debole);
altri segni che possono comparire durante il dialogo (sbadigli, colpi di tosse, sospiri)

3 – diagnosi tramite domande
sempre tramite il colloquio, si pongono una serie di domande per cercare di andare ad individuare la causa di disarmonia. Si potrà domandare ad esempio:
zone dove si lamenta dolore e se questo compare in particolari momenti della giornata;
se il disturbo si presenta periodicamente;
come è comparso la prima volta….
Possono poi essere formulate anche domande inerenti a:
tipo di alimentazione;
qualità del sonno…

4 – diagnosi tramite il tocco
l’ultimo tipo di diagnosi, che lo si può ritenere il più importante, è effettuato tramite il tocco di varie parti del corpo. Sono le cosiddette zone riflesse ossia zone del corpo che riflettono lo stato energetico degli organi interni.
Nello shiatsu si utilizzano principalmente:
zone MO - che si trovano sull’addome e riflettono la situazione attuale dell’organo;
zone YU - che si trovano sulla schiena e riflettono le situazioni che si sono cronicizzate nel tempo;
polsi – anche questi riflettono la situazione attuale dell’organo.
Esistono poi altre zone riflesse come le mani ed i piedi, che sono più utilizzate nella riflessologia plantare.
Anche l’orecchio possiede numerose zone riflesse che vengono più spesso utilizzate in agopuntura.

Diagnosi tramite il tocco dei polsi

Zone riflesse su addome e schiena
 


 Stampa   

Copyright (c) Marcello Morselli   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2018 by DotNetNuke Corporation